La strategia di marketing per partecipare ad un evento tra online e offline.

Eima 2018, la 43ma edizione dell’esposizione internazionale di macchine agricole per l’agricoltura,  si è conclusa lo scorso 11 novembre. Si tratta di una fiera storica per il settore agricolo e ha visto la partecipazione di oltre 1.950 espositori, registrando 317 mila visitatori. 

Preparando la visita in fiera, mi ha colpito una story su Instagram di Miss Tractors:

“Venite allo stand di Massey Ferguson, ci sono solo due trattori, ma c’è un motivo: quest’anno l’azienda ha deciso di presentare la mfexperience: un sistema di guida virtuale”.

[Massey Ferguson è una storica azienda internazionale produttrice di macchine agricole.]

 

#MFeXperience Massey Ferguson

Inizio quindi a documentarmi sulla #Mfexperience e nel canale YouTube dell’azienda trovo il video dove Francesco Quaranta, vice presidente e sales marketing & Product Management di Massey Ferguson spiega la novità di Eima 2018.

Ma c'è di più: in questo video viene spiegato il motivo per cui la strategia di marketing non è incentrata sulla quantità dei prodotti esposti in fiera, ma sulla qualità dell’esperienza del visitatore.

Ascoltando il video, queste parole richiamano l’attenzione:

Continuiamo a partecipare ai saloni ed alle fiere e, discutendo con gli agricoltori, la risposta che mi forniscono sistematicamente è che le nostre soluzioni devono essere provate in condizioni reali.”

E ancora:

I saloni internazionali rimangono un appuntamento importante, ma non possono rispondere alle reali esigenze dei clienti. Abbiamo deciso di “scendere in campo” con un approccio professionale e personalizzato. Con la virtual reality offriremo un’esperienza molto più interattiva.”

Eima 2018: che tipo di fiera è?

Avete visitato Eima 2018? Provate a dare un’occhiata al virtual tour che gli organizzatori hanno realizzato per avere un’idea della tipologia di espositori e di prodotti esposti:

Virtual Tour Eima 2018

Come potete osservare si tratta di stand con superfici importanti che espongono macchinari di grandi dimensioni.

Molti stand includevano, però, un televisore con i video dei macchinari in funzione. Molti visitatori si ritrovavano davanti a questi schermi per vedere il loro potenziale acquisto “in campo”. 

La strategia di marketing di Massey Ferguson

La strategia di marketing adottata in fiera da Massey Ferguson è stata quella di allestire uno spazio di piccole dimensioni con due trattori esposti e di dedicare la maggior parte dello stand all’esperienza della realtà virtuale.

Il visitatore ha potuto così conoscere l’intera linea di prodotti che uno stand, anche di grandi dimensioni, non avrebbe mai potuto contenere.

Inoltre il visitatore poteva prendere appuntamento con i rivenditori per provare l’esperienza personalizzata di Massey Ferguson direttamente nel proprio campo. 

Anche altre aziende leader di settore hanno portato in fiera l’esperienza virtuale, ma come esperienza marginale rispetto all’esposizione tradizionale delle macchine agricole. 

Quali sono i vantaggi per l'azienda?

Si tratta di un approccio sicuramente di rottura con la comunicazione tradizionale in fiera e che l’azienda adotterà anche nelle prossime fiere di settore nel 2019. 

Personalizzazione, esclusività ed esperienza sono le parole chiave di questa strategia di comunicazione che unisce online e offline in un settore, quello dell’agricoltura, che sta subendo un cambiamento profondo con l’introduzione della tecnologia. 

Quali vantaggi può portare questo tipo di strategia?

  • riduzione dei costi fissi per la partecipazione ad una fiera (meno mq acquistati)
  • investire in uno strumento, in questo caso la realtà virtuale, che può essere riutilizzato dall'azienda anche dopo quel determinato evento
  • coinvolgere il visitatore in un'esperienza unica in cui è il protagonista: provare e non solo vedere i prodotti esposti
  • integrazione tra online e offline dove l'esperienza non si esaurisce in fiera: il visitatore può prenotare un appuntamento con i rivenditori per un'esperienza personalizzata direttamente nella propria azienda. La fiera è il punto d'inizio per la vendita dei prodotti. 

Una nuova sfida anche per gli organizzatori di fiere ed eventi? 

Il prossimo orizzonte sarà l’integrazione profonda tra mondo fisico e mondo interattivo. Cyriac Roeding

Se vuoi scoprire come comunicare il tuo brand attraverso l'allestimento dello stand, leggi l'articolo con il caso di Virgin Cargo a Transport and Logistic.

About

#Multipotenziale Nel 🌎 del #Marketing & #eventi Curiosità e viaggi nel dna. 🇮🇹: 50% veneta, 50% pugliese. Ora a Pordenone. E domani?

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close
Go top